Come coltivare il peperoncino: guide e consigli

COME ABITUARE LE PIANTINE DI PEPERONCINO AL SOLE DIRETTO

Il peperoncino si sa è una spezia molto amata ,per ciò molte persone  amano coltivarseli da soli comodamente  a casa.

Tutti saprete   che coltivare il peperoncino in casa non è proprio facile.

Come iniziamo?

Come prima cosa bisogna far germinare i semi con una particolare tecnica” metodo scottex“,poi dopo un tempo di circa 2-3 settimane bisognerà travasare i germogli in appositi vasi con terriccio per coltivazione.

Successivamente dopo qualche mese in serra quando le temperature e la pianta lo consentono, arriverà il fatidico tanto atteso momento di trasferirle di fuori.

Fino a qui niente di strano direte voi , ma non è cosi perchè se non procediamo per gradi la pianta morirà presto.

Mi è capitato personalmente di trasferire le piantine dalla serra a fuori e ritrovarle secche nel giro di una settimana.

Le piantine erano verdi rigogliose, eppure senza un apparente spiegazione una volta messe all’aperto morivano inesorabilmente.

Essendo alle prime armi non capivo il perchè fino a quando ho scoperto documentandomi che le piantine devono essere abituate gradualmente alla luce solare.

Infatti se la pianta dalla serra viene esposta di colpo alla luce solare all’aperto molto probabilmente morirà.

Come dobbiamo procedere?

Basterà quindi abituare la pianta alla luce solare diretta con dei semplici passaggi.

Esponiamo la pianta fuori in una posizione di totale ombra per circa 1 settimana, tenendo sempre conto che se la sera la temperatura scende troppo andrà riposta in casa.

Dopo una settimana di totale ombra , passiamo a l’esposizione parziale.

Esponiamo la pianta in penombra  facendogli arrivare la luce solare in modo parziale per una altra settimana. Una soluzione da me adottata  è di riporla sotto un albero dove la luce del sole passa e non passa.

Dopo circa una settimana di penombra passeremo alla luce del sole diretta.

Ovviamente prediligiamo il sole mattutino quindi meno forte.

Ponete la pianta esposta al sole mattutino dalle ore 9 alle ore 12, tenete sempre in considerazione che se fuori ci sono 40 gradi a l’ombra la pianta andrà esposta alla luce diretta meno tempo.

Dopo questi step possiamo lasciare le piante esposte al sole naturalmente senza incorrere in alcun rischio.

Un altra cosa molto importane è la dimensione del vaso infatti la pianta con maggior terra svilupperà più radici ,quindi sarà più forte al sole.

NOTA BENE: NON ANNAFFIARE MAI LA PIANTA AL SOLE DIRETTO.

BUONA COLTIVAZIONE!