Come coltivare il peperoncino: guide e consigli

Come e quando trapiantare il peperoncino

PREMESSA

Il peperoncino necessita di numerose cure, una fase critica può essere il trapianto dal semenzaio o bicchierino al vaso vero e proprio.

La maggior parte di noi ama coltivare i peperoncini  in proprio partendo dai semi di peperoncino.

Utilizzato  il metodo scottex per la germinazione dei semi di peperoncino, capita  spesso che le radici del peperoncino si aggrovigliano nel cotone.

COSA CI OCCORRE ?

PINZETTE

ACQUA

VASO  O BICCHIERE

TERRICCIO PER SEMINA

COME PROCEDIAMO?

Nel caso avessimo usato del cotone per germinare i nostri semi di peperoncino, estraiamo delicatamente il cotone dal bicchiere.

Adagiamo il cotone col germoglio ,su un tavolo e osserviamo attentamente le piccole radici, nella maggior parte dei casi è sufficiente prendere molto delicatamente il germoglio con le pinzette e estrarlo.

Nei casi più difficili noteremo che le radici hanno attecchito nel cotone aggrovigliandosi.

Se tentassimo di estrarre il germoglio tirandolo, al 99% uccideremo la pianta spezzando la radice principale.

Liberare le radici

Prendiamo uno schizzetto nebulizzatore e annaffiamo abbondantemente il cotone, noteremo che il cotone una volta idradato tenderà a gonfiarsiliberando in parte le radici‘.

A questo punto prendiamo le pinzette e molto delicatamente cerchiamo di separare più cotone possibile dalle radici.

Se vediamo che le radici restano ancora una volta aggrovigliate al cotone ,aggiungiamo del’altra acqua  fino a quando con le pinzette non riusciremo a liberare tutte le radichette.

Una volta liberato il germoglio con le sue radici dal cotone è molto importante non toccarlo con le mani,  la nostra temperatura corporea potrebbe bruciarlo.

IL RINVASO

 Prepariamo il vaso o bicchierino con della terriccio per coltivazione e riempiamolo fino a l’orlo, è molto importante non pressare il terriccio.

Riempito il nostro bicchiere o vasetto, prendiamo una semplice penna e pratichiamo nel terriccio al centro del vaso  un foro.

Praticato il foro, molto delicatamente, adagiamoci dentro il nostro germoglio, prestando attenzione che le radici siano libere e che non si spezzino mentre lo inseriamo.

Inserito il germoglio ricopriamolo col terriccio aiutandoci con delle pinzette, bagniamo il terriccio molto delicatamente usando un nebulizzatore.

Una cosa molto importante è che le foglie del  germoglio non tocchino mai il terriccio ,se ciò accadesse molto probabilmente marcirebbero.

Nel caso avessimo germinato direttamente i semi nel terriccio, l’operazione risulterebbe più facile, basterà schiacciare ai lati il contenitore per far uscire l intero cubetto di terra avvolto dalle radici.

Se avete eseguito i passaggi alla lettera avrete trapiantato i peperoncini con successo.